Polo Scolastico

Polo Scolastico

Istituto Tecnico Settore Tecnologico ad Indirizzo Informatica e Telecomunicazioni Novità

Print Friendly, PDF & Email

DURATA – Il corso è strutturato in 5 anni di formazione. ACCESSO – Licenza di Scuola Media Inferiore. TITOLO DI STUDIO – Diploma di Perito Industriale per l’Informatica
Dall’analisi delle richieste delle aziende locali sono emerse specifiche esigenze di formazione di tipo informatico nonché matematico e statistico; scientifico-tecnologico; progettuale e gestionale per rispondere in modo innovativo alle richieste del mercato e per contribuire allo sviluppo di un livello culturale e professionale alto. Nasce pertanto l’esigenza di istituire un percorso di studi, quale l’I.T.T. Informatica adatto a soddisfare tali esigenze di mercato al fine di favorire un più celere e facile inserimento nel mondo del lavoro. A tal proposito il Polo Scolastico Paritario Giovanni Paolo II grazie anche all’utilizzo dell’alternanza scuola-lavoro intende realizzare progetti correlati ai reali processi di sviluppo dei prodotti e dei servizi che caratterizzano le aziende locali del settore. Nel nostro istituto la pratica laboratoriale, l’attenzione rivolta all’informatica e ad una didattica d’avanguardia si coniuga perfettamente alle richieste del mondo del lavoro, sviluppando una formazione moderna. Il nuovo Istituto Tecnico settore Tecnologico specializzazione “Informatica” e “Telecomunicazioni” è l’indirizzo di studi per coloro che intendono intraprendere carriere tecnico-informatiche; l’industria, la programmazione e la gestione delle competenze informatiche sono il sicuro traguardo per i neo-diplomati. Il corso ad indirizzo “Informatica e Telecomunicazioni”, di durata quinquennale, segue l’iter formativo dettato dalla riforma Gelmini ed è orientato nello specifico alla formazione di giovani in grado di interagire con le realtà produttive del territorio. Lo studio dei sistemi informatici: elaborazione dell’informazione, elaborazioni delle reti e degli apparati di comunicazione, la costruzione dei sistemi di programmazione, la conoscenza e l’uso delle tecnologie web sono la caratterizzazione del corso di studi.
L’indirizzo “Informatica e Telecomunicazioni” ha lo scopo di far acquisire allo studente, al termine del percorso quinquennale, specifiche competenze nell’ambito del ciclo di vita del prodotto software e dell’infrastruttura di telecomunicazione, declinate in termini di capacità di ideare, progettare, produrre e inserire nel mercato componenti e servizi di settore. La preparazione dello studente è integrata da competenze trasversali che gli consentono di leggere le problematiche dell’intera filiera.
A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato consegue i seguenti risultati di apprendimento “comuni” agli indirizzi del Settore Tecnologico” di seguito specificati in termini di competenze:
➢ Valutare fatti ed orientare i propri comportamenti in base ad un sistema di valori coerenti con i principi della Costituzione e con le carte internazionali dei diritti umani.
➢ Utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nei vari contesti: sociali, culturali, scientifici, economici, tecnologici.
➢ Stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali, sia in prospettiva interculturale sia ai fini della mobilità di studio e di lavoro.
➢ Utilizzare gli strumenti culturali e metodologici per porsi con atteggiamento razionale, critico e responsabile di fronte alla realtà, ai suoi fenomeni, ai suoi problemi, anche ai fini dell’apprendimento permanente.
➢ Riconoscere gli aspetti geografici, ecologici, territoriali dell’ambiente naturale ed antropico, le connessioni con le strutture demografiche, economiche, sociali, culturali e le trasformazioni intervenute nel corso del tempo.
➢ Riconoscere il valore e le potenzialità dei beni artistici e ambientali, per una loro corretta fruizione e valorizzazione.
➢ Utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della comunicazione in rete.
➢ Padroneggiare la lingua inglese e, ove prevista, un’altra lingua comunitaria per scopi comunicativi e utilizzare i linguaggi settoriali relativi ai percorsi di studio, per interagire in diversi ambiti e contesti professionali, al livello B2 del quadro comune europeo di riferimento per le lingue (QCER).
➢ Riconoscere gli aspetti comunicativi, culturali e relazionali dell’espressività corporea e l’importanza che riveste la pratica dell’attività motorio-sportiva per il benessere individuale e collettivo.
➢ Utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare adeguatamente informazioni qualitative e quantitative.
➢ Utilizzare le strategie del pensiero razionale negli aspetti dialettici e algoritmici per affrontare situazioni problematiche, elaborando opportune soluzioni.
➢ Utilizzare i concetti e i modelli delle scienze sperimentali per investigare fenomeni sociali e naturali e per interpretare dati.
➢ Utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle attività di studio, ricerca e approfondimento disciplinare.
➢ Analizzare il valore, i limiti e i rischi delle varie soluzioni tecniche per la vita sociale e culturale con particolare attenzione alla sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro, alla tutela della persona, dell’ambiente e del territorio.
➢ Utilizzare i principali concetti relativi all’economia e all’organizzazione dei processi produttivi e dei servizi.
➢ Correlare la conoscenza storica generale agli sviluppi delle scienze, delle tecnologie e delle tecniche negli specifici campi professionali di riferimento.
➢ Identificare e applicare le metodologie e le tecniche della gestione per progetti.
➢ Redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni professionali.
➢ Individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di team working più appropriati per intervenire nei contesti organizzativi e professionali di riferimento.
Il Diplomato in “Informatica e Telecomunicazioni”:
– ha competenze specifiche nel campo dei sistemi informatici, dell’elaborazione dell’informazione, delle applicazioni e tecnologie Web, delle reti e degli apparati di comunicazione;
– ha competenze e conoscenze che, a seconda delle diverse articolazioni, si rivolgono all’analisi, progettazione, installazione e gestione di sistemi informatici, basi di dati, reti di sistemi di elaborazione, sistemi multimediali e apparati di trasmissione e ricezione dei segnali;
– ha competenze orientate alla gestione del ciclo di vita delle applicazioni che possono rivolgersi al software: gestionale – orientato ai servizi – per i sistemi dedicati “incorporati”;
– collabora nella gestione di progetti, operando nel quadro di normative nazionali e internazionali, concernenti la sicurezza in tutte le sue accezioni e la protezione delle informazioni (“privacy”).
È in grado di:
– collaborare, nell’ambito delle normative vigenti, ai fini della sicurezza sul lavoro e della tutela ambientale e di intervenire nel miglioramento della qualità dei prodotti e nell’organizzazione produttiva delle imprese;
– collaborare alla pianificazione delle attività di produzione dei sistemi, dove applica capacità di comunicare e interagire efficacemente, sia nella forma scritta che orale;
– esercitare, in contesti di lavoro caratterizzati prevalentemente da una gestione in team, un approccio razionale, concettuale e analitico, orientato al raggiungimento dell’obiettivo, nell’analisi e nella realizzazione delle soluzioni;
– utilizzare a livello avanzato la lingua inglese per interloquire in un ambito professionale caratterizzato da forte internazionalizzazione;
– definire specifiche tecniche, utilizzare e redigere manuali d’uso.
Nell’indirizzo sono previste le articolazioni “Informatica” e “Telecomunicazioni”, nelle quali il profilo viene orientato e declinato.
In particolare, con riferimento a specifici settori di impiego e nel rispetto delle relative normative tecniche, viene approfondita nell’articolazione “Informatica” l’analisi, la comparazione e la progettazione di dispositivi e strumenti informatici e lo sviluppo delle applicazioni informatiche. Nell’articolazione “Informatica” si acquisiscono competenze che caratterizzano il profilo professionale in relazione ai processi, ai prodotti, ai servizi con particolare riferimento agli aspetti innovativi e alla ricerca applicata, per la realizzazione di soluzioni informatiche a sostegno delle aziende che operano in un mercato interno e internazionale sempre più competitivo. Il profilo professionale dell’indirizzo consente l’inserimento nei processi aziendali, in precisi ruoli funzionali coerenti con gli obiettivi dell’impresa
A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato nell’indirizzo “Informatica e Telecomunicazioni” consegue i risultati di apprendimento descritti nel punto 2.3 dell’Allegato A), di seguito specificati in termini di competenze.
1 – Scegliere dispositivi e strumenti in base alle loro caratteristiche funzionali.
2 – Descrivere e comparare il funzionamento di dispositivi e strumenti elettronici e di telecomunicazione.
3 – Gestire progetti secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi aziendali di gestione della qualità e della sicurezza.
4 – Gestire processi produttivi correlati a funzioni aziendali.
5 – Configurare, installare e gestire sistemi di elaborazione dati e reti.
6 – Sviluppare applicazioni informatiche per reti locali o servizi a distanza.
In relazione alle articolazioni ”Informatica” e “Telecomunicazioni”, le competenze sopra descritte sono differentemente sviluppate e opportunamente integrate in coerenza con la peculiarità del percorso di riferimento.
Monte Ore Ordinamentale: L’orario annuale delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti è di 1089 ore nel primo biennio (di cui 264 ore di laboratorio), corrispondenti a 33 ore medie settimanali e di 1056 nel secondo biennio (di cui 561 ore di laboratorio) e nel quinto anno (di cui 330 ore di laboratorio), corrispondenti a 32 ore medie settimanali.

SBOCCHI PROFESSIONALI Il titolo di studio conseguito offre la possibilità di inserirsi direttamente nel mondo del lavoro presso aziende pubbliche e private e di accedere agli Albi Professionali secondo le norme vigenti in materia La professionalità raggiunta durante il ciclo degli studi fa si che lo studente in uscita può: ➢ lavorare nello sviluppo di applicazioni informatiche per reati locali e servizi a distanza; ➢ inserirsi come tecnico nella configurazione, installazione gestione di sistemi di elaborazione dati e reti; ➢ operare come tecnico nell’analisi, comparazione, progettazione, installazione e gestione di dispositivi e strumenti elettronici; ➢ gestire progetti secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi aziendali di gestione della qualità e della sicurezza; ➢ accedere a concorsi pubblici e a tutte le Facoltà Universitarie; ➢ accedere all’insegnamento come insegnante tecnico-pratico; PROSEGUIMENTO DEGLI STUDI L’I.T.T. Informatica permette l’accesso ad una qualsiasi facoltà universitaria e a corsi parauniversitari, in particolare le facoltà scientifiche/informatiche: informatica, matematica, fisica, chimica, facoltà di ingegneria nelle sue diverse specializzazioni, architettura. Sono una prospettiva interessante anche i corsi di diploma universitario (le cosiddette lauree brevi), il sistema dell’istruzione-formazione tecnica superiore IFTS che permettono di accelerare l’ingresso nel mercato del lavoro, anticipando la preparazione professionale.

QUADRO ORARIO ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

Elenco Libri di Testo 2018-19

Documento del 15 Maggio Istituto Tecnico Tecncologico Articolazione Informatica 2018-19